JavaScript must be enabled in order for you to see "WP Copy Data Protect" effect. However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser. To see full result of "WP Copy Data Protector", enable JavaScript by changing your browser options, then try again.

Blog

[Articolo del Lunedì] Hai incontrato il tuo guru?

La vita è un mistero. Il cosmo è un mistero. Quali sono i suoi confini? Se si tratta di un universo in espansione, dove si sta espandendo? Alcune stelle sono distanti da noi milioni di anni luce. Una distanza inimmaginabile! Cosa c’è nel cosmo? Chi lo ha fatto? Quando è stato fatto? Che cosa c’era, prima?

Un'immagine del film Love Guru (2008) diretto da Marco Schnabel.

Un’immagine del film Love Guru (2008) diretto da Marco Schnabel.

Chi siamo? Siamo un corpo con un nome? Come mai alcune persone hanno fortuna e altre no? Perché ci sono bambini che si ammalano in età molto giovane e ci sono persone con tutte le cattive abitudini che vivono una vita sana per un lungo periodo di tempo?

Cosa siamo destinati a fare su questa terra? Da dove veniamo e dove andiamo?

Perché c’è tanta miseria nel mondo? Perché amiamo alcune persone e ne odiamo altre? Cos’è, che ci soddisfa? Qual è l’obiettivo della vita umana?

Ci sono così tante domande nella nostra mente. Ogni religione ha una sua teoria e la sua spiegazione. In India, si ritiene che l’unico a poter rispondere a tutte queste domande sia il guru.

Chi è il Guru? Secondo le scritture indiane, il Guru è Dio nel corpo umano. Il nome deriva dal sanscrito devanāgarī गुरू, e significa  “maestro” o “precettore spirituale”. Egli viene sulla terra per liberare chi lo segue. Un Guru non è da confondere con le persone che scrivono bene o parlano bene della mitologia e della filosofia indiana. Queste potrebbero essere definite persone istruite o buoni oratori o buoni scrittori di libri. Ma nessuno di loro è un guru.

L’Occidente è sempre più attratto all’induismo. Molti rami dell’induismo, fra cui lo Yoga, sono molto popolari in Occidente. Ci sono tante persone che viaggiano dall’India verso l’Occidente per tenere lezioni sull’induismo e sulle scritture dell’India, e molte vengono chiamate Guru. Questo è un uso sbagliato della parola Guru.

Come si riconosce un Guru?

Dopo essere venuti in contatto con un Guru, si deve sentire un cambiamento che sta alterando la vita. Il cambiamento non è qualcosa del tipo:

  • mi sento bene
  • mi sento tranquillo.

Il Guru comporta dei cambiamenti che non possono essere spiegati agli altri. Se ci si imbatte in un Guru, lo sapremo da tali cambiamenti inspiegabili agli altri e quindi il Guru ci rivelerà la sua identità. Dipende dal suo desiderio.

Ce ne sono pochissimi in tutto il mondo. Secondo le scritture indiane, solo se si è raccolto molto buon karma, si diventa Guru. Fare esperienza della sua potenza è molto diverso da qualsiasi altra cosa. E all’inizio può essere molto dolorosa anziché piacevole. Ma alla fine è pura beatitudine.

Tag: , , ,

Condividi questo post con il mondo!

 

© Copyright 2017 - Venusio WordpressTheme