JavaScript must be enabled in order for you to see "WP Copy Data Protect" effect. However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser. To see full result of "WP Copy Data Protector", enable JavaScript by changing your browser options, then try again.

Blog

[Il linguaggio dell’autoipnosi] Parole da evitare #2

Dopo aver visto perché sono da evitare le parole che suscitano sentimenti negativi, oggi ci occupiamo di quelle che reprimono e demoralizzano.

Non meritano un posto nell’autoipnosi o nella tua mente.

Evita le seguenti parole e parole simili:

disordinato, sporco, puzzolente, brutto, stupido, pigro, senza speranza, antipatico, trasandato, idiota, imbarazzante, ridicolo.

Di sicuro, ne esistono molte di più. Non mi piace nemmeno doverle scrivere in questo articolo! Il dialogo interiore e le sessioni di autoipnosi sono migliori senza queste parole.

Le parole che seguono sono da tenere presenti, in modo da evitarle se si ritiene che limitino te o il tuo programma.

Sono le parole assolute. Sono parole che non hanno flessibilità, che sono definitive. Per esempio:

sempre, totalmente, chiuso, mai, finito, impossibile, definitivamente, completamente, morto, cancellato.

Ad esempio, puoi dichiarare in una sessione di autoipnosi o dirti che non fumerai mai più. Tuttavia, per esempio, a Natale potresti bere qualche bicchierino di troppo e fumare una mezza sigaretta. Ora, questo non ti rende di nuovo un fumatore abituale,  eppure ti ha reso meno credibile la tua comunicazione interna perché avevi dichiarato di non fumare mai più e invece l’hai appena fatto, anche se solo una boccata.

Scrivendo o dichiarando “non lo farò mai più“, non lasci flessibilità e non lasci spazio all’interpretazione di circostanze particolari che possono sorgere.

Per alcuni potrebbe andar bene, basta tenerlo a mente.

L’ambiguità è un’altra categoria delle parole da evitare.

Con l’autoipnosi e quando comunichi con te stesso nella tua mente in altri modi, è meglio evitare parole ambigue.

Parole come:
forse, desiderio, crescita, positivo, negativo, normale, intero.

Potresti benissimo usare l’espressione il mio desiderio di smettere di fumare sta aumentando. Di nuovo, questo suona bene in superficie. Tuttavia, vuoi che aumenti il tuo desiderio di smettere di fumare o vuoi che aumenti la tua effettiva capacità di smettere di fumare?

Se è solo aumentato il tuo desiderio di smettere di fumare, potrebbe diventare un’esperienza molto frustrante.

Pensa alla parola normale. Chi può dire di cosa si tratta? Sai esattamente cosa intendi quando ti riferisci a qualcosa come normale? Se hai intenzione di usarla, ti consiglierei di definire anche cosa significa per te, di essere specifico su di essa o, se puoi, di sostituirla con la parola usuale.

Infine, sul tema delle parole, vorrei farti notare l’uso di capace. Una cosa è essere in grado di fare qualcosa; un’altra è farla davvero. Se aumenterai la tua abilità con qualcosa, assicurati anche di farla.

Siamo arrivati alla conclusione della serie di tre articoli dedicati alle parole potenzianti ed alle parole da evitare, nel linguaggio dell’autoipnosi e nel dialogo interiore.

Ti ho proposto solo delle considerazioni e qualche suggerimento che potrà esserti utile nella scelta consapevole delle parole.

Puoi trovare le soluzioni e i metodi che sono giusti per te e perfezionare il loro utilizzo, man mano che diventi sempre più abituato all’autoipnosi o semplicemente a comunicare con te stesso in modo più efficace e scopri il tipo di suggerimenti e parole che hanno l’effetto più potente.


Articolo di Anna Lombardini, liberamente ispirato al libro di Adam Eason The Secrets of Self-Hypnosis: Harnessing the Power of Your Unconscious Mind.

Tag: , , ,

Condividi questo post con il mondo!

 

© Copyright 2017 - Venusio WordpressTheme