JavaScript must be enabled in order for you to see "WP Copy Data Protect" effect. However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser. To see full result of "WP Copy Data Protector", enable JavaScript by changing your browser options, then try again.

Blog

[Professione SpiritualCoach] Un significato più ampio di “perdono”

cover-professionespiritualcoach-liberarsi

Henry Ford diceva: «Che tu creda di farcela o di non farcela, avrai comunque ragione».

Nella rappresentazione della Vita la parte determinante, quella che crea la vera esperienza che ci porta alla concretezza e alla realizzazione, è il “fare”.

È proprio così che un giorno decisi di iniziare a studiare “Un Corso in Miracoli”©, prima come autodidatta e successivamente iscrivendomi a un percorso che dura circa 2 anni.

La passione cresce ogni volta che partecipo a un incontro collettivo e mi impegno negli esercizi proposti dal “Corso”: mi accorgo di come la mente si rinnova donandomi una visione della Vita totalmente differente, più ampia, portando in evidenza il chiaroscuro che c’era dentro di me e con cui convivo ancora oggi serenamente perché ora mi so amare per quella che sono.

E’ stato complicato all’inizio vedere questi cambiamenti, ma con il passare del tempo e gli approfondimenti tutto è diventato via via più evidente, soprattutto per quanto riguarda la scelta di essere felice.

Il “Corso” mi ha insegnato un significato più ampio di “perdono” inteso come la capacità di “guardare l’intera situazione di conflitto senza giudizio né colpa”. Un totale cambio di percezione che in “Introduzione a Un Corso in Miracoli” viene descritta con queste parole: «[…] Riconoscere che noi abbiamo fatto a noi stessi ciò che pensavamo ci fosse stato fatto, poiché noi soli siamo i responsabili del nostro copione e pertanto solo noi possiamo privarci della pace di Dio: così perdoniamo gli altri per ciò che non ci hanno fatto, e non per quello che ci hanno fatto» (Kenneth Wapnick, “Introduzione a Un Corso in Miracoli”).

Ho così fatto la pace con alcune figure autoritarie che avevo ben nascosto nella mia mente: la prima è Dio e la seconda Gesù e lo si può facilmente intuire dal titolo del libro.

Dal capitolo 6 – Teoria o Pratica? –

di Professione SpiritualCoach

Gesù è più felice quando viaggia in Porsche

di Lucia Merico

Leggi l’anteprima

 

Tag: , , ,

Condividi questo post con il mondo!

 

© Copyright 2017 - Venusio WordpressTheme