JavaScript must be enabled in order for you to see "WP Copy Data Protect" effect. However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser. To see full result of "WP Copy Data Protector", enable JavaScript by changing your browser options, then try again.

Blog

Una metafora per il cambiamento – L’uovo

Non c’è niente di più sicuro nel mondo e in questa vita che il cambiamento. Non importa quello che si potrebbe pensare o cosa si potrebbe provare nel crederci, tutto è in costante cambiamento, da come respiriamo a come mangiamo e dormiamo e cresciamo e passiamo attraverso le nostre esperienze.

GOLDEN-EGG-BRIGHT-liberarsi

Ecco una semplice metafora per il cambiamento. Si chiama “L’uovo” e spero che ti piaccia. L’autrice della metafora è Silvia Hartmann, ricercatrice, autrice e conferenziere internazionale [qui la versione originale].

Ho spesso questa sensazione di stress e disperazione, perché sono abbastanza convinta che non sia cambiato nulla.

Mi guardo attorno e vedo solo quello che vedo sempre.

 Stessa casa, stessi mobili, stesso mucchio di bollette, stesso tutto.

 Io lavoro così duramente e non sta cambiando nulla.

Ci pensavo ancora una volta l’altro giorno, e questo grande, bellissimo uovo d’oro mi è venuto in mente.

 C’è, e sta proprio lì nel suo nido di paglia.

Non fa nulla.

Non cambia forma, non cambia colore.

Non pulsa. Non rotola intorno.

Potresti guardarlo per giorni e giorni per poi venir via pensando che era solo questo e che non stava succedendo niente.

Eppure, a drizzare le antenne in modo diverso, si potrebbe prendere coscienza del frastuono del cambiamento che sta avvenendo dentro l’uovo, una tempesta di riorganizzazione, alimentazione e crescita, di dispiegamento totale di un gruppo di cellule casuali che diventano un embrione, che a sua volta diventa sempre più definito e più complesso, più organizzato in tutti i modi, più maturo, più splendido con ogni battito del cuore, ogni respiro che si sussegue.

Un giorno, e non sappiamo quando, l’uovo che giaceva così immobile da molto tempo e sembrava che fosse nient’altro che una forma inerte, comincerà a dondolare, e poi a incrinarsi, e ne uscirà il piccolo drago neonato, spiegherà le sue ali per la prima volta e muoverà i suoi primi piccoli passi.

Sì, c’è stato un cambiamento.

Anche se pensavamo che non ci fosse.

(Libera traduzione e adattamento di Anna Lombardini)

Tag: ,

Condividi questo post con il mondo!

 

© Copyright 2017 - Venusio WordpressTheme